A.C.C. Roma
 
Titolo dell'attività
Magazzino San Vincenzo

Ambito d'intervento
Sostegno alimentare alle famiglie indigenti

Bisogno rilevato
L'intervento è teso a intervenire sulle famiglie in difficoltà economica (disuccupazione di uno o più membri); sui genitori separati non autosufficienti economicamente, sugli anziani che versano in situazione di disagio e di solitudine.


Destinatari
250 famiglie bisognose, padri separati, dococcupati, anziani soli.

Descrizione
Le attività sono state incentrate sulla realizzazione di un magazzino per la raccolta e distribuzione dei generi alimentari di prima necessità, al fine di sostenere e aiutare le persone in difficoltà economiche, sociali e culturali.

Organizzazione e processo

Da settembre è stato attivato un magazzino per la raccolta di generi alimentari in una zona centrale della città. E' rifornito con la raccolta periodicamente effettuata presso vari supermercati, con le forniture del banco alimentare e con gli acquisti finanziati dal Consiglio Centrale. Vengono preparati e distribuiti con cadenza settimanale pacchi di viveri per le famiglie, inviati dalle conferenze di tutta Roma. Vi sono anche frigoriferi per la conservazione dei cibi freschied un addetto è incaricato sia al controllo delle scadenze che alla gestione delle derrate in entrata ed uscita.

Risultati dell'azione
L'attività è orientata a:
- dare un concreto aiuto a quelle conferenze che trovano difficoltà ad assistere alcuni loro bisognosi;
- rafforzare la rete tra le conferenze;
- sostenere concretamente la mensa itinerante che si rifornisce presso il magazzino;
- aumentare la credibilità dell'organizzazione in termini di efficenza e solidarietà.


Miglioramenti interni all'organizzazione
Questa attività ha permesso la realizzazione di un nuovo servizio da tempo richiesto ed estremamente necessario per i bisogni di una città come Roma. Inoltre è stato molto utile per una profonda conoscenza del volontariato della San Vincenzo in ambito cittadino, che si è concretizzata con il coinvolgimento di nuovi volontari. Quest'ultima ha incentivato i rapporti con la direzione Centrale e rafforzato il legame con le istituzioni pubbliche.

Elementi innovativi e note metodologiche
Le attività sono state svolte secondo un'organizzazione interna collettiva di gestione degli orari e dei giorni. La distribuzione è stata calibrata tenendo conto dei bisogni reali delle varie tipologie di utenti. L'elemento innovativo del progetto è basato sull'interconnessione tra le attività svolte.

 
_________________________________________________
 
 
Titolo dell'attività
Settore mense

Ambito d'intervento
Assiste
nza ai senza tetto

Bisogno rilevato
Considerata l'alta presenza di persone e famiglie senza fissa dimora, in particolare presso la stazione di Roma Termini, è stato rilevato il bisogno di sostenere ed aiutare queste persone attraverso la distribuzione di generi alimentari e di accoglienza. 


Destinatari
I destinatari sono 250-300 persone tra disoccupati, stranieri, senza fissa dimora e famiglie povere. Il servizio di mensa itinerante offre ristoro a 500/600 persone tra cui padri separati, senza fissa dimora e immigrati.

Descrizione

L'iniziativa è orientata  a fornire un pasto caldo ai beneficiari. Oltre alla mensa fissa, punto di riferimento per tanti indigenti, il servizio è dotato di un servizio mensa itinerante per far fronte alle esigenze di più persone dislocate sul territorio cittadino.


Organizzazione e processo
La mensa fissa, un servizio che viene effettuato dal 1990, opera  a pranzo per cinque giorni alla settimana presso i locali della parrocchia del SS. Redentore - zona Montesacro, con pasti caldi preparati giornalmente dai volontari e dagli stessi serviti. Sono stati coinvolti, a turno, circa 60 volontari (12 per giornata) suddivisi tra cucina, sala e pulizie. Tra i 25 e 50 anni operano circa 15 volontari, 35/40 superano i 50 anni. Inoltre vi è un responsabile che segue i rifornimenti ed un gestore del magazzino. L'attività produce la somministrazione di oltre 2.000 pasti al mese, Il servizio di mensa itinerante, operativo dal 2000, si svolge, in serata, presso la Stazione Termini nelle giornate di lunedì, martedì e venerdì, fornendo pasti caldi preparati giornalmente dai volontari e dagli stessi beneficiari. Sono coinvolti nella distribuzione circa 10/15 volontari studenti universitari, giovani lavoratori sotto i 25 anni, 8 sono fra i 25 e 50 anni e circa 20 volontari superano i 50 anni. Vi sono due responsabili che coordinano i gruppi e gestiscono i rifornimenti. Vengono preparati e distribuiti oltre 2.000 pasti mese. 


Risultati dell'azione
Attraverso l'attività riusciamo a:
- alleviare le difficoltà dei senza tetto legate alle loro condizioni di vita;
- includere socialmente ed attivamente gli utenti in processi di formazione personale e sociale;
- distribuire circa 50.000 pasti annui;
- aumentare il numero dei destinatari delle attività;
- far conoscere la conferenza e le sue attività alla comunità di riferimento ed aumentare il numero di volontari coinvolti nei processi.
 


Miglioramenti interni all'organizzazione
Queste attività hanno permesso di rafforzare i rapporti con le altre parrocchie. L'Organizzazione ne ha tratto benefici anche nel rapporto con le Istituzioni. La vicinanza con la cittadinanza ha permesso un aumento di volontari che, in questo modo, possono essere intercambiabili e sempre efficienti.

Elementi innovativi e note metodologiche
L'approccio metodologico utilizzato si è basato su un processo centralizzato di responsabilità: per ogni servizio è stato indicato un responsabile che impartiva compiti alle squadre di volontari. L'elemento innovativo delle attività si può riconoscere in due dimensioni: la prima rivolta agli utenti, che pur essendo i beneficiari dell'aiuto, si sono sentiti parte integrante delle attività al punto tale, in alcuni casi, da diventare essi stessi volontari attivi; la seconda riguarda i volontari che grazie a quest'attività hanno consolidato lo spirito di unione e collaborazione ed hanno usufruito di corsi di formazione specifica, come corsi e brevetti per diventare cuochi.  
 
 
 

Web Master - Paola Giolivo e Paolo Rasi   



  Site Map